Ecco come è andato il corso su Python ed EV3

Settimana scorsa abbiamo tenuto un corso sul linguaggio Python su Lego Ev3. In questo articolo scoprirete gli esercizi che abbiamo svolto e i futuri risvolti dedicati alla programmazione con Python sul famoso mattoncino della LEGO(c)

 

La scorsa settimana abbiamo sperimentato il primo corso dedicato alla didattica con Python e LEGO Mindstorm EV3.

Il corso di 8 ore ha coinvolto poche persone per permettere una tranquilla sperimentazione e testare le varie unità didattiche preparate dai docenti Emanuele Micheli, che si è occupato della parte didattica e da Lorenzo Leonardini, che è un giovanissimo programmatore esperto anche di Python.

Come sempre a SdR cerchiamo di equilibrare nelle nostre formazioni gli aspetti prettamente tecnici a quelli didattici, dedicati all’applicazione dei programmi  e dei robot costruiti.

Per queste otto ore abbiamo preso ispirazione dai materiali didattici forniti da Lego Education componendoli alle unità didattiche sviluppate nel progetto europeo ROBOESL (www.roboesl.eu) , progetto che ha visto la realizzazione di un manuale per docenti dedicato alla programmazione a blocchi.

Inoltre abbiamo anche fornito un tappeto progettato internamente e ispirato sia agli scenari della FIRST (c) LEGO (c) League che sempre alle unità didattiche di ROBOESL.

 

Il corso ha fornito le basi di installazione di Python su EV3 consentendo ai partecipanti di superare senza ansie le varie installazioni che procedono senza problematiche anche su Windows 7 nonostante in vari manuali si richieda WIN10 o sistemi operativi iOS di ultima generazione.

 

Rispetto ad altri programmi non bisogna modificare direttamente il firmware del mattoncino della LEGO ma basterà installare Micropython su una microSD che verrà inserita nel mattoncino.

 

Se volete saperne di più di questa parte vi segnaliamo questo esaustivo link:

https://le-www-live-s.legocdn.com/sc/media/files/ev3-micropython/ev3micropythonv100-71d3f28c59a1e766e92a59ff8500818e.pdf

 

Per muovere i primi passi su Python dopo una introduzione sul linguaggio ad alto livello siamo passati alla programmazione sul mattoncino EV3 passando dalla programmazione di brevi e famose musiche fino ad arrivare alla costruzione e programmazione di robot complessi che simulano automobili autonome o in grado di disegnare su dei fogli.

Il corso ha visto la realizzazione dei seguenti scenari:

  • Musiche di film (abbiamo realizzato le famose cinque note di Incontri ravvicinati del terzo tipo e la sigla di Stranger Things.
  • Primi passi con i robot mobili: il root si muove sul terreno su una traiettoria quadrata.
  • Introduzione all’uso del sensore a Ultrasuoni.
  • Utilizzo della Pinza per recuperare degli oggetti (simulazione della discarica).
  • Line Follower .
  • CNC Drawing Machine ( ecco da dove abbiamo preso ispirazione: https://education.lego.com/en-us/lessons)

La motivazione di questo corso era quella di testare dal punto di vista didattico l’introduzione del Python su strumenti di facile prototipazione come l’EV3 consentendo alle scuole di allungare la vita dell’uso didattico dei kit Mindstorm anche per fare programmazione con linguaggi più complessi e dal punto di vista dell’orientamento professionale molto importanti, come per l’appunto il Python.

Il python è infatti il secondo linguaggio più cercato secondo le stime effettuate da Google e aggiornate a Maggio 2019: https://codeburst.io/10-top-programming-languages-in-2019-for-developers-a2921798d652

Questo dato è molto significativo (incrociato al dato fornito da Github nel novembre 2018 dove Python è il terzo linguaggio più ricercato dagli sviluppatori)  perché ci fa capire i trend attuali dell’uso dei linguaggi da parte di chi ogni giorno lavora programmando.

Basandoci su questi dati e sullo stimolo che ci è arrivato direttamente da LEGO(c) Education che ci ha fornito materiali per produrre le sperimentazioni didattiche abbiamo deciso di investire il nostro tempo allo sviluppo di questo nuovo corso.

In futuro, nel’autunno 2019, SdR produrrà anche un corso online dedicato proprio a Python e Mindstorm EV3, per cui se foste interessati, rimanete sintonizzati!