A cura di Fiorella Operto

Guardiani della Costa 2019-2020: le scuole italiane per la protezione del mare

Dopo tre anni di entusiasmante lavoro coinvolgendo oltre 12mila studenti di 294 scuole superiori in tutta Italia, ora anche insegnanti e alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado possono partecipare al programma con nuovi strumenti digitali dedicati.

Guardiani della Costa è un’iniziativa nazionale di educazione ambientale e citizen science (scienza realizzata e condivisa dai cittadini) promossa da Costa Crociere Foundation in collaborazione con Scuola di Robotica, l’Osservatorio Ligure marino per la Pesca e l’Ambiente (OLPA) e il Centro Studi Ambiente Marino S. Teresa di ENEA come partner scientifici, e con Key Technologies S.p.A. come partner tecnico.

Il progetto, avviato nel 2017 e rivolto inizialmente a insegnanti e studenti della scuola secondaria di secondo grado, viene ora esteso alle scuole primarie e secondarie di primo grado di tutta la penisola, con l’obiettivo di far comprendere ai giovani l’unicità e la fragilità del patrimonio naturalistico delle coste italiane, oltre ad aumentare la consapevolezza sull’inquinamento da plastica in mare, per coinvolgerli attivamente nella tutela dell’ambiente marino.

Si è da poco concluso il terzo anno di attività con le scuole secondarie di secondo grado, con buoni risultati in termini di partecipazione, nonostante le enormi difficoltà per la didattica portate dell’emergenza Covid-19. A causa del lockdown, infatti, le classi partecipanti non hanno potuto effettuare le uscite sul campo per monitorare i tratti di costa adottati e, di conseguenza, la raccolta dati per il progetto di citizen science è stata sospesa. Molti docenti hanno comunque ritenuto di continuare, seguendo il calendario di webinar loro dedicato (15 sessioni in diretta di un’ora ciascuna, con gli specialisti di OLPA, Scuola di Robotica ed ENEA) e utilizzando i materiali del Percorso Formativo nell’area riservata del sito guardianidellacosta.it per fare didattica a distanza con i propri alunni.

Complessivamente, nei tre anni Guardiani della Costa ha coinvolto attivamente  294 scuole secondarie di secondo grado (di 18 regioni, anche non costiere), circa 1400 insegnanti e oltre 12mila studenti, adottando 1/3 delle coste italiane e raccogliendo oltre 105mila dati scientifici relativi a biodiversità del Mediterraneo, rifiuti marini, inquinamento e altri indicatori ambientali.

La novità di quest’anno sono gli strumenti digitali interattivi specifici dedicati ai bambini e ai preadolescenti. Costa Crociere Foundation, in collaborazione con CivicaMente srl (società specializzata nell’uso della tecnologia digitale per l’istruzione e la formazione), ha realizzato una sezione dedicata a Guardiani della Costa all’interno della piattaforma didattica gratuita EducazioneDigitale©, con una monografia per la formazione degli insegnanti, il tool interattivo LivingBook© dedicato ai bambini 8-11 anni, il tool interattivo OpenMind© destinato ai ragazzi 11-13 anni e le guide per l’utilizzo delle lezioni digitali. Gli insegnanti di scuola primaria o secondaria di primo grado possono registrarsi gratuitamente sul portale educazionedigitale.it e accedere all’area dedicata a Guardiani della Costa per partecipare con le proprie classi al percorso di educazione ambientale dedicato al Mediterraneo. L’area dedicata è online dal 6 giugno e già più di 150 insegnanti si sono registrati e hanno iniziato ad interagire con la piattaforma e a scaricare i materiali in previsione del prossimo anno scolastico.

A cura di Fiorella Operto

Guardiani della Costa 2019-2020: le scuole italiane per la protezione del mare

Dopo tre anni di entusiasmante lavoro coinvolgendo oltre 12mila studenti di 294 scuole superiori in tutta Italia, ora anche insegnanti e alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado possono partecipare al programma con nuovi strumenti digitali dedicati.

Guardiani della Costa è un’iniziativa nazionale di educazione ambientale e citizen science (scienza realizzata e condivisa dai cittadini) promossa da Costa Crociere Foundation in collaborazione con Scuola di Robotica, l’Osservatorio Ligure marino per la Pesca e l’Ambiente (OLPA) e il Centro Studi Ambiente Marino S. Teresa di ENEA come partner scientifici, e con Key Technologies S.p.A. come partner tecnico.

Il progetto, avviato nel 2017 e rivolto inizialmente a insegnanti e studenti della scuola secondaria di secondo grado, viene ora esteso alle scuole primarie e secondarie di primo grado di tutta la penisola, con l’obiettivo di far comprendere ai giovani l’unicità e la fragilità del patrimonio naturalistico delle coste italiane, oltre ad aumentare la consapevolezza sull’inquinamento da plastica in mare, per coinvolgerli attivamente nella tutela dell’ambiente marino.

Si è da poco concluso il terzo anno di attività con le scuole secondarie di secondo grado, con buoni risultati in termini di partecipazione, nonostante le enormi difficoltà per la didattica portate dell’emergenza Covid-19. A causa del lockdown, infatti, le classi partecipanti non hanno potuto effettuare le uscite sul campo per monitorare i tratti di costa adottati e, di conseguenza, la raccolta dati per il progetto di citizen science è stata sospesa. Molti docenti hanno comunque ritenuto di continuare, seguendo il calendario di webinar loro dedicato (15 sessioni in diretta di un’ora ciascuna, con gli specialisti di OLPA, Scuola di Robotica ed ENEA) e utilizzando i materiali del Percorso Formativo nell’area riservata del sito guardianidellacosta.it per fare didattica a distanza con i propri alunni.

Complessivamente, nei tre anni Guardiani della Costa ha coinvolto attivamente  294 scuole secondarie di secondo grado (di 18 regioni, anche non costiere), circa 1400 insegnanti e oltre 12mila studenti, adottando 1/3 delle coste italiane e raccogliendo oltre 105mila dati scientifici relativi a biodiversità del Mediterraneo, rifiuti marini, inquinamento e altri indicatori ambientali.

La novità di quest’anno sono gli strumenti digitali interattivi specifici dedicati ai bambini e ai preadolescenti. Costa Crociere Foundation, in collaborazione con CivicaMente srl (società specializzata nell’uso della tecnologia digitale per l’istruzione e la formazione), ha realizzato una sezione dedicata a Guardiani della Costa all’interno della piattaforma didattica gratuita EducazioneDigitale©, con una monografia per la formazione degli insegnanti, il tool interattivo LivingBook© dedicato ai bambini 8-11 anni, il tool interattivo OpenMind© destinato ai ragazzi 11-13 anni e le guide per l’utilizzo delle lezioni digitali. Gli insegnanti di scuola primaria o secondaria di primo grado possono registrarsi gratuitamente sul portale educazionedigitale.it e accedere all’area dedicata a Guardiani della Costa per partecipare con le proprie classi al percorso di educazione ambientale dedicato al Mediterraneo. L’area dedicata è online dal 6 giugno e già più di 150 insegnanti si sono registrati e hanno iniziato ad interagire con la piattaforma e a scaricare i materiali in previsione del prossimo anno scolastico.