La Settimana EDMO: Uniti contro la disinformazione online

MEDIA LITERACY

Tra il 7 e l’11 giugno 2021, l’Osservatorio europeo dei media digitali (EDMO) ha riunito più di 50 esperti e 500 partecipanti nella prima conferenza annuale della EDMO Week: Uniti contro la disinformazione online. L’evento ha riunito molte parti interessate che lavorano per affrontare la disinformazione online, tra cui accademici, fact-checkers, autorità di regolamentazione, piattaforme online, società civile, esperti di alfabetizzazione mediatica e il settore politico.

EDMO ha organizzato una piattaforma per presentare le iniziative intraprese da EDMO nel suo primo anno di attività, per stimolare una discussione multidisciplinare tra le parti interessate sulle questioni relative alla disinformazione online, e per mostrare gli EDMO Hubs che è possibile trovare qui: https://edmo.eu/fact-checking-activities/

La piattaforma online renderà possibile l’individuazione e l’analisi delle campagne di disinformazione e fornirà informazioni pubbliche per aumentarne la consapevolezza. Essa svolgerà i seguenti servizi:

  • Strumenti e servizi per le attività di fact-checking.
    Accesso agli archivi di dati pubblici e/o aperti.
  • Una lista di organizzazioni di fact-checking e le loro caratteristiche professionali e condotte etiche.
    Collegherà gli archivi esterni di rilevanti fact-checks online e materiale di alfabetizzazione mediatica. I fact-check saranno resi disponibili in un minimo di 10 lingue dell’UE attraverso la traduzione automatica.
    Promuoverà attività congiunte di fact-checking e lo scambio di buone pratiche.
  • Costruirà un archivio di documenti politici e iniziative nazionali, della società civile e delle aziende tecnologiche, compreso il materiale di alfabetizzazione mediatica specifico per il fenomeno della disinformazione.

Il primo giorno del convegno è stato dedicato ad affrontare la disinformazione online mediante la collaborazione di molti attori interessati, con un approccio multistakeholder e multidisciplinare poiché occorrono diverse competenze per individuare il fatto o la notizia o la campagna online disinformante  e intervenire, competenze relative alle discipline interessate al fatto e relative all’impiego dei media.

La seconda giornata, intitolata Fact-checking durante una pandemia globale: sfide, opportunità, lezioni apprese si è concentrata sul ruolo e le opportunità di collaborazione tra i fact checker, con particolare attenzione alla disinformazione online legata a COVID-19.

Il ruolo chiave della ricerca nella comprensione e nella lotta contro il fenomeno, così come lo sviluppo di risposte basate su prove ha animato il terzo giorno della settimana EDMO (Capire la disinformazione online: il ruolo chiave della ricerca). È stata anche una discussione sulla necessità di un impegno per favorire l’accesso ai dati dalle piattaforme online per scopi di ricerca.

Il quarto giorno è stato dedicato alla politica dell’UE sul contrasto alla disinformazione online e ha rappresentato, tra l’altro, un’opportunità per presentare e discutere la nuova guida della CE sul rafforzamento del codice di condotta sulla disinformazione. La EC Guidance on Strengthening the Code of Practice on Disinformation costituisce un rafforzamento delle attuali norme europee in tema di disinformazione on line e può diventare uno strumento più efficace per contrastarla. E’  il primo strumento di questo tipo a livello mondiale che riunisca varie parti interessate, anche per garantire una maggiore trasparenza e responsabilità delle politiche delle piattaforme sulla disinformazione. Qui la Guidance on Strengthening the Code of Practice on Disinformation Communication_nPq9p89LZt7jJVseCUC4Ur9z9g_76495

Il quinto e ultimo giorno si è incentrato sul ruolo e le sfide dell’alfabetizzazione mediatica,  e sono stati incoraggiate tutte quelle iniziative di alfabetizzazione mediatica e informativa che possano contrastare la disinformazione e in questo è stato richiesto anche l’intervento della politica.

Sono stati presentati i progetti gli otto hub che hanno aderito alla rete EDMO che coprono 12 Stati membri dell’UE più la Norvegia. L’obiettivo è quello di raggiungere alla fine una copertura completa dell’UE e del SEE. Gli hub EDMO dovrebbero iniziare il loro lavoro a settembre/ottobre 2021 (EDMO goes local).

EDMO ha già prodotto un Rapporto dedicato a Checkers su vaccini COVID-19 e disinformazione, che contiene il sondaggio lanciato nel gennaio 2021 sui per i fact-checkers con un focus sulla disinformazione e il vaccino COVID-19 e la campagna di vaccinazione. Il sondaggio era rivolto alle organizzazioni e agli attori del fact-checking e chiedeva informazioni su una serie di aspetti, tra cui il loro lavoro e le strategie per combattere la disinformazione sui vaccini COVID-19 e le narrazioni di disinformazione sul vaccino COVID-19 e la campagna di vaccinazione nei loro rispettivi paesi. Il sondaggio è stato inviato alle organizzazioni di fact-checking, ai team di fact-checking all’interno delle organizzazioni dei media e ad altri attori che si occupano di fact-checking nell’UE e nel Regno Unito ed è rimasto aperto per sette giorni. Il Rapporto qui: Covid-19_Disinfo-_Survey-Report_Final-1

 

 

 

Articoli correlati

news
Fiorella Operto

In breve

Troverete in questa sezione alcune notizie in breve dal mondo della robotica, dell’Intelligenza Artificiale, su convegni, progetti nazionali ed europei, e sulle ricerche. La robotica

Leggi Tutto »

OPS...
CI MANCANO ALCUNI TUOI DATI

Completa il tuo profilo prima di continuare